Qual è la portata di un deumidificatore?

La portata di un deumidificatore è uno degli elementi da tenere in considerazione prima di procedere all’acquisto. Se la presenza di così tanti modelli sul mercato ti confonde, in questo articolo troverai una risposta a tutte le tue domande.

Portata e prestazioni

Quando valuti la portata di un deumidificatore, non fai altro che verificare che esso posso adeguarsi alle esigenze e alle condizioni della stanza in cui viene collocato. Vai quindi ad analizzare con attenzione non solo le dimensioni della stanza, ma anche il livello di umidità presente in essa.

La portata di un deumidificatore andrebbe quindi analizzata in relazione a diversi fattori e caratteristiche del prodotto stesso. Per esempio, è bene tenere d’occhio la capacità di deumidificazione dell’apparecchio, ma anche la metratura che esso può coprire efficientemente. Non dimenticare poi di analizzare anche il ricambio di aria che può garantire.

La portata, indicata anche come capacità di deumidificazione, indica quanti litri di acqua l’apparecchio può effettivamente estrarre dall’aria all’interno di una stanza in un singolo giorno. Per un deumidificatore standard, questo valore si attesta intorno ai 6 o al massimo 8 litri al giorno, i quali vanno in genere bene per un ambiente domestico di dimensioni standard.

Per quanto riguarda i modelli a condensazione, essi arrivano anche a 10 o addirittura 24 litri in un giorno, che si traducono in una capacità effettiva di circa 6 litri al giorno. Sono quindi molto indicati per ambienti dalle dimensioni estese, quali uffici o luoghi pubblici al chiuso. Se la tua casa soffre di gravi problemi di umidità, tuttavia, puoi comunque valutare l’acquisto di uno di questi modelli. Tieni però presente che il prezzo sarà elevato, e anche i consumi finali in bolletta.

 

La portata è sicuramente un elemento molto importante da valutare per l’acquisto di un deumidificatore, quindi non sottovalutare i consigli contenuti in questa guida.

Leggi anche: Come funziona una friggitrice?