Qual è la struttura di un idropulsore dentale?

Ogni modello di idropulsore dentale potrebbe presentare una struttura diversa. Questo va ad influenzare anche il livello di pulizia offerto. Vediamo in che modo e come scegliere una struttura adatta alle tue esigenze.

Struttura e dimensioni

La struttura del tuo nuovo idropulsore dentale deve sicuramente essere votata alla praticità, soprattutto se decidi di farne un uso quotidiano e di condividere questo oggetto anche con i più piccoli della tua famiglia.

Non dimenticare poi che la struttura del tuo idropulsore dentale ha conseguenza anche sulle sue dimensioni.

Molti modelli di idropulsore sono fissi, e sono quindi caratterizzati da grandi dimensioni. Il serbatoio è molto capiente e spesso presenta un supporto apposito, che serve anche per il manico. È sicuramente la scelta migliore se conti di fare un uso intenso e frequente del tuo idropulsore, e vuoi quindi prestazioni elevate. Dato il peso e la presenza del cavo di alimentazione elettrica, comunque, questo modello di idropulsore dentale non è adatto a spostamenti e viaggi, né per l’uso da parte dei più piccoli.

Gli idropulsori portatili sono invece la controparte dei modelli fissi. Sono quindi la scelta migliore per chi ha poco spazio o per chi intende portare con sé il proprio idropulsore in giro. La struttura è quindi compatta, il serbatoio ha dimensioni più ridotte. È spesso presente una base di ricarica, così che l’idropulsore possa caricarsi quando non in uso e rimanda anche in piedi. La libertà di movimento, ovviamente, risulta totale. D’altro canto le prestazioni potrebbero essere di gran lunga inferiori.

Ovviamente non esiste un modello migliore di un altro, ma dovrai scegliere in base alle tue esigenze.

 

Scegliere un idropulsore dentale dalla giusta strutturale è fondamentale per assicurarsi di star investendo il proprio denaro in un prodotto davvero conforme alle nostre esigenze d’uso.